IN COLLABORAZIONE CON POWERED BY

phygital workspace

L’impatto del phygital workspace sull’ambiente di lavoro e sulla produttività

La nuova dimensione di lavoro ibrido pone sul piano della discussione una serie di fattori importanti. A partire dall’ambiente di lavoro – determinante per il successo di un’azienda – e dalla produttività, fino ad arrivare al ruolo delle persone in un’organizzazione, questo periodo ci ha permesso di guardare oltre le pratiche lavorative tradizionali e di esplorare modelli di lavoro più efficaci per il futuro che si sta plasmando. 

La sfida che le aziende devono cogliere è trasformare i luoghi di lavoro in phygital workspace, uffici fisici e virtuali, dove le persone possono incontrarsi online e offline, rimanere connesse e produttive da ovunque scelgano di farlo. Una trasformazione che permette di muovere il passo verso le organizzazioni antifragili che, nonostante i cambiamenti, mantengono inalterata la produttività e il benessere delle persone. 

L’importanza del contesto nelle organizzazioni

Il concetto di antifragile, approfondito da Nassim Nicholas Taleb nel saggio “Antifragile prosperare nel disordine”, fa capire bene quanto sia importante il contesto in un ambiente lavorativo.  

L’antifragilità rappresenta un insieme di elementi che integrandosi perfettamente tra loro creano un modello di riferimento, il quale permette di interpretare appunto il contesto, e di agire all’interno di esso in qualsiasi condizione e situazione

La definizione di modelli lavorativi che consentono ai soggetti coinvolti di ottenere vantaggi e di sfruttare le opportunità derivanti dai processi di trasformazione organizzativa, ambientale e tecnologica è ciò che la leadership oggi deve perseguire. 

C’è correlazione tra ambiente di lavoro, produttività e benessere lavorativo

Un lavoratore a cui viene data l’occasione di scegliere, ottenere vantaggi e sfruttare le opportunità che il contesto offre, sarà un dipendente appagato e soddisfatto. Tali persone sono più produttive, collaborative e meno disposte ad abbandonare la posizione ricoperta.  

Questo perché l’ambiente di lavoro influisce, negativamente o positivamente, con l’operatività e la collaborazione delle risorse; ha una stretta correlazione con il livello di innovazione in azienda, con l’assenteismo e lo stress lavoro correlato. 

Queste dinamiche portate alla luce grazie alla forte accelerazione della digital transformation hanno contribuito alla nascita di modelli lavorativi ibridi come il phygital workspace: un ambiente che integra al meglio lo spazio fisico e la tecnologia digitale per creare una cultura che vada incontro alle preferenze delle risorse umane, ponendo maggiore attenzione alle differenze individuali di ognuno. 

Il futuro dell’ufficio è arrivato. Ed è ibrido: il phygital workspace

Phygital workspace, termine che nasce dall’unione delle parole physical e digital, è quindi un ambiente di lavoro caratterizzato dall’integrazione degli approcci fisico e virtuale, che si alternano tra loro in una contaminazione positiva. 

Qui, grazie alla forte componente tecnologica e digitale le risorse umane hanno l’opportunità di svolgere al meglio il lavoro, nel posto e nel modo che ritengono migliore, mantenendo comunque l’essenza dell’ufficio fisico, fulcro di networking e connessioni e il legame con l’azienda sempre vivo. 

L’ambiente di lavoro influisce sulla produttività

Una ricerca Microsoft sugli effetti della pandemia sul rendimento delle aziende europee, ad esempio, ha rilevato che l’80% dei manager intervistati ha visto aumentare la produttività grazie a un ambiente di lavoro ibrido, dove le persone possono utilizzare al meglio il proprio tempo e sfruttare gli spazi come vogliono. 

Ecco perché l’ambiente di lavoro influisce sulla produttività: i lavoratori possono scegliere. Possono ad esempio recarsi in sede quando vogliono, su prenotazione, negli orari in cui il tragitto da percorrere è meno affollato; oppure possono lavorare da un ufficio dislocato in cui la concentrazione è maggiore e non ci sono i rumori o le distrazioni di uno tradizionale. 

Immaginiamo il phygital workspace come un ambiente di lavoro che entra in sintonia con la persona e risponde alle sue necessità; per far sì che questo accada i leader, gli HR manager, i facility manager e il reparto IT devono collaborare insieme per creare un percorso ad hoc che renda le persone più soddisfatte, meno stressate e incluse.  

I vantaggi del Phygital Workspace

Nell’era del phygital workplace, l’ambiente di lavoro fisico è importante tanto quanto il virtuale. Il primo ha il ruolo di garantire e preservare il networking; l’ufficio diventa il centro delle relazioni tra le persone riservando spazi idonei alla condivisione di idee e alla collaborazione. 

Il secondo, l’ambiente di lavoro ibrido influisce sulle performance lavorative a seconda della tecnologia implementata e il grado di virtualizzazione raggiunto.  

La nuova sfida del management sarà principalmente quella di ascoltare e di creare un ambiente di lavoro che attrae, mantiene e motiva le sue persone con l’ausilio della tecnologia, di processi ben strutturati e di una governance che supporti il digital workspace con vantaggi e investimenti. Le organizzazioni che comprenderanno l’importanza della flessibilità e della personalizzazione del lavoro avranno un grande vantaggio competitivo in futuro. 

Infografica Hub Working la Rivoluzione dei Modelli Lavorativi
Torna su