IN COLLABORAZIONE CON POWERED BY

Phygital Enterprise

Phygital Enterprise: come realizzarla concretamente 

L’evoluzione dell’impresa, allo stato attuale, non può prescindere dalla digitalizzazione dei processi aziendali. Tuttavia, la digitalizzazione è una fase intermedia, o meglio una fase di passaggio verso una concezione di impresa in cui tra “reale” e “virtuale”, tra “fisico” e “digitale” non c’è dicotomia, ma complemetarità. 
Questa è la visione della phygital enterprise: un’impresa in cui il mondo “fisico” è in simbiosi con il digitale, in un continuum a favore della produttività e della crescita aziendale.

Cosa si intende con phygital?

Il termine phygital è la fusione tra le parole physical e digital. Già questo suggerisce che il termine si riferisce a un contesto in cui tra realtà digitale e mondo fisico non c’è distacco, ma continuità. Le aziende, già da qualche tempo, hanno acquisito la consapevolezza che le persone vivono il digitale come parte dell’esperienza fisica e della quotidianità, senza percepire una frattura netta tra le due parti. 
 
Ecco spiegato perché le aziende non dovrebbero offrire al proprio target prodotti o servizi, come accadeva qualche tempo fa, ma esperienze che fondano digitale e fisico, implementando nei processi aziendali ciò che l’evoluzione IT ci mette a disposizione, dai siti web alle app, dai big data all’Internet of Things, dai QR code alla Realtà Aumentata.  
 
L’obiettivo è quello di far convergere il meglio di due mondi (fisico e digitale) in un’unica esperienza totalizzante da offrire alle persone, sia interne che esterne all’azienda (dipendenti, manager, dirigenti e consumatori).  
 
Sono tre gli elementi essenziali che costituiscono il concetto di phygital: immediatezza, immersività e interazione. L’obiettivo è integrare l’immersività e l’immediatezza dell’esperienza digitale con l’interazione sensoriale della realtà fisica.  
 
Ciò implica un approccio multi-canale che utilizzi spazi, strumenti e tecnologie per generare fluidità tra esperienza fisica e digitale. 
Ecco il motivo per cui la digitalizzazione aziendale è un processo indispensabile per la crescita: Intelligenza artificiale, realtà aumentata, chatbot, data analytics sono il volano per condurre la propria azienda verso la matrice dell’Impresa 5.0, la collaborative enterprise, in cui tecnologie avanzate ed esseri umani collaborano per creare prodotti e servizi ritagliati con precisione sulle esigenze di nicchie di consumatori.

Phygital Enterprise: come si implementa nei processi aziendali?

La questione su cui è importante focalizzarsi è questa: implementare la Phygital Enterprise nel flusso dei processi aziendali.   
La Phygital Enterprise è il passo successivo alla Digital Enterprise. In quest’ottica, la phygital enterprise potenzia l’esperienza fisica attraverso l’uso sistematico di big data, IoT, machine learning e cloud computing, che va a coinvolgere l’intero workflow aziendale. 
 
Una phygital enterprise, per essere considerata tale, deve implementare cambiamenti strutturali e culturali, facendo leva sulla digital transformation. 
 
In primo luogo, occorre possedere già i dettami dell’impresa 4.0, in cui la digitalizzazione è già avvenuta o, perlomeno, è fortemente avviata. Essendo la phygital enterprise l’evoluzione dell’impresa “digitale”, non si può prescindere da questo: uso e analisi di big data, cloud computing e machine learning, come detto, devono essere parte dei processi produttivi dell’impresa.  
 
Una phygital enterprise produce e interpreta, attraverso piattaforme, strumenti digitali e personale qualificato, dati in quantità. Il fine è proporre esperienze sempre più soddisfacenti e complete sia all’interno dell’organizzazione aziendale, sia al destinatario finale (clienti B2B o B2C). Attraverso la tecnologia del machine learning, gli algoritmi elaborano soluzioni, prodotti e servizi acquisendo informazione dai big data; la fase conclusiva del processo prevede l’uso di iBeacon e IoT, che generano un ponte tra digitale e reale.

Dunque, oltre alla digitalizzazione dei processi aziendali, occorre ripensare alcuni modelli radicati nel mondo aziendale, come la netta separazione tra fisico e digitale. Nel phygital non c’è confine: è necessario introiettare questo concetto per portare la propria azienda verso il futuro.  
 
Concludendo, per dare vita in concreto alla phygital enterprise occorre seguire fasi strategiche fondamentali: 

  • La fase di analisi, che indica gli interventi necessari a intraprendere il percorso verso la phygital enterprise 
  • una fase di progettazione, con tutti gli elementi necessari alla trasformazione in Phygital Enterprise 
  • una fase di design e implementazione delle azioni necessarie per la realizzazione della strategia 
  • una fase di lancio e sperimentazione 
  • infine, l’ultima fase di analisi dei risultati e delle eventuali correzioni da apportare 

Trasformare la propria impresa in un’impresa phygital, dunque, è un processo da studiare strategicamente come molto impegnativo e a tappe, ma in grado di apportare miglioramenti notevoli ai processi aziendali delle imprese dei settori più disparati: ottimizzare la produzione di beni e servizi, offrire esperienze olistiche ai clienti tra digitale e reale, garantire sicurezza e flessibilità alla forza lavoro.

Infografica Hub Working la Rivoluzione dei Modelli Lavorativi
Torna su