IN COLLABORAZIONE CON POWERED BY

modern workplace

Modern Workplace: 5 caratteristiche dei nuovi luoghi di lavoro

Il mondo del lavoro sta vivendo un periodo di profonda trasformazione. Viviamo un cambio di paradigma rispetto alla concezione del lavoro come l’avevamo nel XX secolo o nei primi anni del XXI secolo: i nuovi driver sono digitalizzazione, flessibilità, capacità di adattamento, automatizzazione dei processi. Serve il Modern Workplace.
 
La crisi pandemica ha svolto il ruolo di acceleratore del cambiamento e le imprese hanno fatto i conti con necessità fino a poco tempo imprevedibili o sottovalutate, come la domanda di un work life balance equilibrato.  
 
luoghi di lavoro stessi sono mutati: non più ambienti asettici, in cui il flusso di lavoro segue dinamiche obsolete in una struttura elefantiaca, ma contesti armoniosi e stimolanti, smart e tecnologicamente avanzati.   
 
Le aziende più sensibili al tema già da tempo si sono impegnate a creare luoghi di lavoro in cui siano presi in considerazioni necessità e bisogni dei lavoratori, consapevoli che ottimizzare le prestazioni delle risorse umane occorra allargare lo sguardo rispetto alla semplice gratificazione economica.  
 
Allo stesso tempo, chi ha scelto di sposare la digital transformation, quindi di integrare big data, cloud computing, realtà aumentata e intelligenza artificiale nei processi aziendali, ha avuto il duplice vantaggio di ottimizzare i processi di lavoro e favorire le dinamiche di talent acquisition e talent management. 
 
I cosiddetti modern workplace (o modern workspace), dunque, rispondono a una filosofia che unisce la soddisfazione delle necessità delle persone alle soluzioni legate all’industry 4.0. Il report The Workplace Evolution, pubblicato dall’Harvard Business Review, è particolarmente esplicito a proposito: il 78% dei senior executives nelle imprese pensa che favorire la creazione di un modern workplace sia una delle strategie fondamentali per la crescita aziendale.  
 
Dati per acquisiti questi concetti, quali caratteristiche deve avere un modern workplace aziendale per essere considerato tale? Proviamo a tracciarne l’identikit.  

Le 5 caratteristiche fondamentali dei modern workplace

Qual è l’aspetto di un modern workplace? Cosa lo caratterizza e lo distingue da un luogo di lavoro tradizionale? Le caratteristiche possono essere le più diverse: abbiamo provato a individuarne 5 indispensabili per l’implementazione di un modern workplace, a beneficio di azienda e forza lavoro. 

Un ambiente collaborativo

Un modern workplace prevede la creazione di ambienti collaborativi, in cui le capacità e le conoscenze di management e forza lavoro diventino parte dello stesso, virtuoso meccanismo. Per esempio, creare ambienti dedicati ai brainstorming, in cui le diverse professionalità si confrontino in modo libero e costruttivo, è un modo per spingere la crescita aziendale; ma al di là dei singoli spazi, è l’intero ambiente di lavoro a dover proiettarsi verso una nuova concezione del luogo di lavoro, sganciandosi da logiche novecentesche per abbracciare un paradigma evoluto del workplace. 

Hot desk: il modern workplace flessibile

Conosciuti anche come “hotel desk”, le cosiddette hot desk sono la nuova frontiera dell’organizzazione aziendale: in sostanza, si tratta della suddivisione degli spazi fisici interni in base alle necessità aziendali contingenti, sposando concetti come flessibilità e modularità.  
 
Senza postazioni fisse, è più semplice ottimizzare gli spazi aziendali e destinarne una parte ad attività avulse dal lavoro, ma centrali per la produttività aziendale, come gli spazi dedicati al benessere di dipendenti e management (palestre, sale relax, punti di ristoro, etc.).

Oltre il lavoro: spazi per il benessere

E a tal proposito, un’azienda calata nella realtà contemporanea non può trascurare aspetti fondamentali come la salute, intesa nell’accezione di benessere fisico e psicologico, della propria forza lavoro.  
 
Il modern workplace va oltre il concetto, ancora profondamente radicato, di luogo di lavoro come parentesi nella vita quotidiana; al contrario, ne diventa parte integrante,introducendo la possibilità di svolgere attività diverse da quelle strettamente lavorative tuttavia nel contesto “fisico” aziendale. 

Flessibilità e capacità di cambiamento

Concepire spazi, oggetti e dispositivi dell’ufficio come elementi flessibili e modulari è una delle caratteristiche più importanti di un modern workplace, perché permette di ampliare o ridurre spazi e ambienti a seconda delle necessità e degli obiettivi dell’organizzazione aziendale, a breve, medio e lungo termine.   
Il cambiamento nella visione, dunque, si traduce anche in una nuova concezione degli spazi fisici, non più monoliti immodificabili in cui ogni cambiamento è pressoché impossibile.  

Evoluzione digitale per workplace 4.0

Il concetto di digital transformation non può che essere in simbiosi con la visione del modern workspace. Digitalizzare strumenti e processi, sfruttare cloud e risorse online, migliorare i flussi di lavoro attraverso piattaforme di collaborazione e gestionali significa ottimizzare l’attività aziendale, permetterle di raggiungere i target strategici e ampliare la capacità di talent acquisition.  

Come creare un Modern Workplace

La sfida da vincere, dunque, è quella di far evolvere i luoghi di lavoro in direzione altra rispetto a quanto visto finora. Nonostante le resistenze e le difficoltà, è quanto mai necessario ripensare i luoghi di lavoro alla luce di una nuova filosofia, che unisca produttività aziendale e benessere dei lavoratori, a vantaggio degli stessi e dell’impresa. Come fare? Offrendo spazi, tempi, tecnologie e attenzione alle esigenze nuove che il lavoro di oggi richiede.

Infografica Hub Working la Rivoluzione dei Modelli Lavorativi
Torna su