IN COLLABORAZIONE CON POWERED BY

employee attraction

Employee attraction e spazi di lavoro: i nuovi requisiti per attrarre i talenti 

È ormai pratica diffusa all’interno delle aziende una costante ricerca di strategie per l’employee attraction. L’implementazione di esse è fondamentale per i riscontri positivi in termini di produttività e benessere lavorativo nelle imprese. 

Oggi, però, la sfida da affrontare si fa più ardua: le nuove modalità di lavoro ibrido hanno fatto irruzione nella quotidianità di lavoratori e aziende. Le esigenze dei dipendenti cambiano e l’attenzione al benessere lavorativo riguarda soprattutto le strutture aziendali, la progettazione degli ambienti e le metodologie di lavoro. 

Cosa possono fare le aziende oggi per attrarre talenti

La digital transformation sta offrendo un’opportunità senza precedenti: investire nell’ambiente di lavoro con tecnologie innovative crea esperienze di alto livello ai lavoratori, e, di conseguenza, una maggiore produttività e garanzie di business continuity. 

Le aziende che forniscono un digital workspace facilmente accessibile ovunque, in ogni momento e grazie a tecnologie cloud raggiungibili da qualsiasi dispositivo, hanno maggiore possibilità di attrarre talenti e di crescere insieme ad essi

Cosa fare, quindi, per avere una maggiore employee attraction e mantenere elevato l’engagement delle risorse? 

Employee attraction e spazi di lavoro

Comprendere le esigenze dei dipendenti è fondamentale, soprattutto oggi che l’esperienza di lavoro è sempre più personalizzata e frammentata in spazi fisici e digitali.

Investire nelle giuste tecnologie per trasformare gli uffici in luoghi di lavoro intelligenti rafforza il legame dei dipendenti con l’azienda, tanto da far diventare loro stessi “portatori di employee attraction”

La creazione di un’esperienza di lavoro positiva migliora la collaborazione e l’innovazione, e allo stesso tempo aiuta l’azienda a ottimizzare lo spazio e i costi operativi. Mantenere il focus sul benessere dei dipendenti è il percorso che porterà ad attrarre altri talenti, poiché la percezione esterna dell’azienda sarà positiva

Digitalizzare l’ambiente di lavoro, investire nella tecnologia e in un approccio data driven è un’opportunità per aziende e lavoratori: le prime possono monitorare e osservare i comportamenti dei dipendenti e personalizzare l’employee experience; i secondi hanno la possibilità di scegliere il luogo più adatto in cui svolgere le attività lavorativa in modo proficuo 

I requisiti per attrarre talenti negli spazi di lavoro moderni 

Secondo una ricerca di Forbes Insight, i dipendenti che lavorano in organizzazioni con un alto livello di digitalizzazione e investimenti in tecnologia segnalano la propria azienda come un ambiente di lavoro interessante in cui lavorare e attento al work life balance. 

Ripensare alle strategie di employee attraction significa investire in strumenti tecnologici per rendere accessibile ovunque l’organizzazione, la cultura aziendale e l’innovazione trovando sempre nuovi modi per motivare le proprie persone. 

Emloyee attraction modern workplace: su cosa investire?

Gli hybrid workplace e gli spazi di lavoro moderni influenzano molto il benessere del dipendente in termini di comfort termico, di qualità dell’aria, di illuminazione, ma anche di design degli spazi, di flessibilità, di sostenibilità ambientale e tranquillità. 

Per attirare i migliori talenti le aziende devono offrire ambienti di lavoro tecnologicamente più avanzati, attraenti e salutari che possano aumentare la produttività e favorire la collaborazione anche a distanza. Scopriamo su cosa investire: 

  • Design degli uffici e tecnologie innovative: pensare a soluzioni per ottimizzare gli spazi in base alle attività da svolgere, in cui il dipendente può scegliere di lavorare secondo le esigenze del momento
  • Investire in tecnologie innovative per controllare la temperatura, l’umidità, la qualità dell’aria e l’illuminazione riduce i costi di gestione e garantisce la giusta concentrazione ed efficienza lavorativa. I dipendenti possono essere più felici e più produttivi, in ​​quanto sono in grado di interagire con l’edificio per creare ambienti personalizzati.
  • Benessere e motivazione dei dipendenti: costruire relazioni genuine con le risorse permette di ascoltarne le esigenze e conoscere gli obiettivi di carriera. Scoprire cosa li motiva e cosa li rende felici al lavoro servirà a non perderli e a renderli ambassador dell’azienda per attrarre nuovi talenti.
  • Una forte cultura aziendale: mostrare ciò che rende unica un’azienda attraverso le parole delle persone che vi lavorano, la renderà forte agli occhi di talenti esterni. Identificare i valori che meglio caratterizzano l’impresa e condividerli con tutta la community aziendale, creerà una cultura condivisa, trasmissibile anche in sede di colloquio e percepibile all’esterno.
  • Uniformare la comunicazione: sito aziendale, blog, social… Tutto ciò che parla dell’azienda deve comunicare gli stessi valori con uno stile uniforme e riconoscibile. Importante è anche adattare la comunicazione interna, tra i teamwork, ancora di più oggi negli uffici ibridi e dislocati.
  • Welfare aziendale: investire nell’employee engagement e nel benessere del dipendente con iniziative che creano senso di comunità, migliora il livello di soddisfazione e motivazione professionale e personale.  

Il processo di employee attraction non si riduce al colloquio conoscitivo: è essenziale che all’esterno vi sia una percezione positiva dell’azienda nella sua totalità, a partire dagli spazi di lavoro e benefit fino alla cultura aziendale e work-life balance. 

Il migliore biglietto da visita per attrarre talenti è garantire un’esperienza che soddisfi al meglio le aspettative dei dipendenti e favorisca così l’employer branding

Infografica Hub Working la Rivoluzione dei Modelli Lavorativi
Torna su